martedì 23 dicembre 2014

Buon Natale





Per tutti tutti coloro che hanno completato il percorso di Educazione alla Scelta e Consapevolezza, per quelli che lo devono completare e per tutti quelli che lo inizieranno...un caro augurio

venerdì 19 dicembre 2014

Io ce la Posso Fare!

Grazie Tiziana... certo ce la puoi fare



Dal mio diario
.....l'altro giorno riflettevo su come fossi abbattuta per la fine del secondo ciclo di educazione terapeutica con il dott. PROSPERI e la dott.ssa GUIDI....mi sentivo un po' persa, privata di qualcosa......ma poi all'improvviso la nuova me, proprio lei, mi ha dato una bella scrollata portandosi via queste brutte sensazioni ed ho provato un sollievo, una gioia infinita....io ce la posso fare, ora, anche da sola...sono forte e determinata nelle mie convinzioni, mi sento meglio, ho cominciato a dimagrire seriamente, non voglio più guardare indietro, non voglio più essere dominata dal cibo, nè sentirmi ghettizzata a forza di parlare di dipendenze, di chili, di paure, angosce....ho voglia di fare, di ridere, di giocare, ho voglia di rinnovarmi, di stare con persone positive....non voglio più tornare nel buio della mia caverna....sono una persona libera che deve perdere peso senza fretta, senza ansie, senza paure....sono come tutti gli altri....questo è stato il mio traguardo dopo l'educazione terapeutica.
P.S. e oggi mi taglio i capelli!!!!!!
(TIZIANA)

La Smania

Grazie a Vito che , dopo aver completato il percorso, sa che la Smania è sempre in agguato ma...si può sconfiggere


Carissimo gruppo, 
ultimamente o meglio da quando sono stato male, mi soffermo a riflettere come diavolo sono arrivato a questo modo di vivere e grazie a Voi e al nostro Prosperi ho capito alcune cose, come quello che alcune volte si ha la smania, una sensazione di avere, di assaggiare o di ingurgitare qualcosa che ti appaga.
Ho preso l'abitudine di scrivere quello che mi accade e le sensazioni che provo e se mi permettete vi descrivo la mia SMANIA.
Ho capito che la smania si incrocia con la noia o meglio, prima viene la noia e subito poi la smania che ti trasforma in una aspirapolvere da frigorifero o da dispensa.
Come un ladro ti guardi intorno, trovi, ingoi,  ti riguardi intorno, trovi altro cibo e vai altro ingoio,  come un morto di fame, poi ti metti seduto sulla poltrona gonfio come un otre, con pacatezza, senza pensare più niente, rilassandoti completamente non ti accorgi che ti stai trasformando con qualche cm in più in larghezza e con qualche Kg in più. 
La tua salute diventa una tortura.
Quindi prima che la Smania ti  schiacci, fatti una bella passeggiata, fai un hobby, tieni la mente occupata e se poi non trovi di meglio......... vieni con noi nel nostro gruppo di PROSPEROSI & CO.,  così quel senso di smania la vinceremo.
(VITO)

martedì 16 dicembre 2014

La Strada per la Consapevolezza

Ringraziamo l'Undicesimo gruppo per le belle parole sotto riportate e per aver colto il senso del percorso di Educazione alla Scelta e Consapevolezza





Ci avete indicato la strada per acquisire la consapevolezza più importante, quella di volerci bene nella speranza di poter percorrere ancora insieme un tratto del nostro percorso…
 

Ho capito che…
  • Non è un percorso semplice
  • Non è una scelta facile
  • Non è un viaggio da fare in solitaria
  • Non è un cambiamento provvisorio o breve
  • Non è un fallimento se non si ottengono risultati immediati

Ma ho capito che…
  • È un percorso complicato
  • È una scelta difficile
  • È un viaggio da fare in gruppo, con una o più guide, con aiuti da parte di familiari
  • È un cambiamento per sempre, un nuovo stile di vita per la vita, senza scorciatoie, con la consapevolezza di ricominciare ogni volta…

Perché se non riusciamo subito non è un fallimento ma una nuova esperienza per diventare più forti e realizzare il nostro obiettivo…
Quindi…quando ricominciamo?



 J.R.R. Tolkien dice: “Non tutti quelli che vagano si son persi”.
Pertanto grazie per i “CARTELLI DIREZIONALI” che mi avete indicato in questa parte della mia vita




Nel lungo percorso di questi due anni ho ritrovato me stessa… ho ritrovato il bandolo della mia matassa ed ho cominciato a riavvolgerlo… è una sensazione bellissima, di libertà, di consapevolezza, di benessere… i preziosi insegnamenti di voi dottori mi hanno fatto riflettere, piano piano ho acceso un lumino e con quello sono entrata nel buio profondo della mia coscienza per far luce nei luoghi più bui e ho scoperto che c’è sempre una strada che ti porta alla luce, fuori nel mondo colorato e meraviglioso che è la nostra vita!! Grazie



Grazie Dott. Prosperi per la sua disponibilità, gentilezza ed empatia che ha messo in questo lavoro fatto con me e i miei compagni di avventura. Non sempre queste qualità accompagnano la professionalità.

Grazie Dott.ssa Guidi della sua presenza apparentemente silenziosa ma ricca di sorrisi incoraggianti e consigli che ho seguito perché dati senza cogliere giudizi, anzi vi ho sempre letto “CE LA FAI”

domenica 16 novembre 2014

Momenti difficili

Grazie a Marco per questa riflessione dei momenti difficili.




Io, nei momenti difficili mi dico, è una bilancia...da una parte c'è del cibo, buonissimo goloso bello da vedere...dall'altra c'è la mia vita e non parlo solo di salute, ma di entrare in un negozio "normale" e comprarmi un pantalone di un taglia  che si trova, senza dovermi comprare le tute o sacchi deformi, parlare con una donna e non pensare che sta guardando la mia pancia, non sudare continuamente ed avere quell'odore sgradevole addosso, aver paura di avvicinarmi troppo a qualcuno ed aver timore di essere toccato ai fianchi per poi vedere la sua faccia fare una smorfia di meraviglia per aver sentito sotto il maglione i rotoletti di ciccia, vergognarmi di quando mi chiedono il peso e rispondere che sono anni che non salgo sulla bilancia, avere difficoltà nel fare la doccia, salire le scale, fare una corsa con mia figlia, avere imbarazzo in spiaggia, aver paura a sedermi nelle sedie di plastica (quando riuscivo ad entrarci), non poter andare in moto e doversi accontentare dello scooter. Ora vedo un dolce o un salamino piuttosto che una bella matriciana e mi dico... buona ma preferisco vivere ... e allora mi sparo un finocchio (ortaggio)

martedì 7 ottobre 2014

Il mio corpo: un armadio pieno

Grazie Laura per il tuo contributo. 







"Mi ritrovo, in prossimità del cambio di stagione, a fare una riflessione: mi sono sempre sentita un armadio pieno zeppo di cose, talune importanti e necessarie, altre praticamente inutili, accessori che non fanno più parte della mia vita.
Ogni tanto una spolverata alle ante...tanta confusione al suo interno!
Allora ho deciso di mettervi ordine: ho tirato fuori tutto ciò che era contenuto in quelle pareti di legno, per poter mettere a posto come si deve, per vedere bene cosa effettivamente c'è dentro, cosa è giusto che vi rimanga e cosa non vi trova più spazio.
A questo punto il contenuto deve essere sistemato, ordinato, visibile e ricco di risorse non più contornate dalla confusione... il contenuto SONO SEMPRE IO...scegliendo consapevolmente di voler tirare fuori il mio meglio, da donare agli altri ed a me stessa. Questa serenità me la merito, ne sono certa!"
 

sabato 4 ottobre 2014

Cosa sono per me la Scelta e Consapevolezza



 Ciao a tutti!

Desidero raccontare la mia esperienza affinché chi si trova ad iniziare adesso questo percorso possa vedere un passetto più avanti...in un percorso per nulla facile e scontato.



cura dell'obesità



Quando ho iniziato, ormai 11 mesi fa, gli incontri con il gruppo di Educazione Terapeutica con il Prof. Prosperi e la Dott.ssa Guidi, mi sono approcciata al "titolo" con l'inesperienza di chi crede di sapere cosa vogliano dire due parole abbondantemente usate: "scelta" e "consapevolezza", Curiosità e fiducia mi hanno spinta e sospinta in un lungo inverno, più freddo dentro che fuori di me, ed ho seguito le indicazioni, i consigli e le riflessioni che scaturivano da ogni incontro con anime bellissime e ferite...doloranti come la mia...
E' arrivata la primavera senza che me ne rendessi conto...e con essa è cominciata la fioritura della nuova me...
L'inserimento, a giugno, del BIB (pallone intragastrico da 6 mesi) è stato solo un altro tassello da aggiungere ad un mosaico che già si configurava pieno di colori e di luce...
Oggi...a 4 mesi dall'ultimo incontro con il gruppo mi rendo conto di cosa sono per me DAVVERO quelle due paroline...
La SCELTA...ogni giorno scelgo di cercare momenti che mi facciano essere serena per ciò che ho conquistato...ogni attimo cerco, curiosa, uno spunto per provare una nuova piccola soddisfazione (che siano piccoli abbellimenti del mio aspetto o una musica che mi regali emozioni o un aroma che mi inebrii poco importa...)...ogni volta che provo l'irrefrenabile desiderio di qualcosa che in cucina possa soddisfare una mancanza, un disperato bisogno di coccole, uno squilibrio ormonale, SCELGO di non farmi del male ingurgitando cibi che farebbero scaturire in me solo altra frustrazione ed altra necessità di correre ai ripari (un circolo vizioso che molti di noi conoscono) e ragiono...si, mi fermo a ragionare ed a capire cosa possa aiutarmi, trovando gustose alternative in alimenti poco calorici (e non parlo di carotine e sedano che non otterrebero alcun effetto su di me :-D )...meditando su cosa davvero non mi fa più male del male che ho dentro in quel momento...SCELGO di volermi bene, di accogliere i miei momenti "no" e di gestirli...
Poi arriva la CONSAPEVOLEZZA...di ciò che ho conquistato fino ad oggi...anzi, fino ad ogni attimo in cui guardo dentro e fuori di me con orgoglio, sapendo che ciò che sono è solo un passetto in più rispetto a ieri ma è un attimo in meno riguardo al futuro...di ciò che voglio faccia ancora parte della mia vita e cosa no...di quali sono i miei punti di forza e quali le mie debolezze che accetto con tenerezza...
SCELTA e CONSAPEVOLEZZA: due parole...20 lettere che meravigliosamente ormai fanno parte di me!!!"

Vi abbraccio con tutto il cuore...
Laura

domenica 28 settembre 2014

martedì 16 settembre 2014

Obesità e declino cognitivo













Sono sempre di più gli studi che correlano l'obesità e un'alimentazione ricca di grassi all'insorgenza di disturbi cognitivi con un maggior rischio di demenza, come l’Alzheimer.

venerdì 22 agosto 2014

Il Segreto per Vivere Bene

 Grazie Anna per la sua "ricetta" del vivere bene.




Dopo sei mesi dall'inizio del mio percorso con grande soddisfazione posso dirvi il mio motto.
il segreto per vivere bene :
mangiare di meno
camminare il doppio
ridere il triplo
e amare senza limiti.
Vi posso garantire che funziona alla grande. Oggi, a sei mesi dall'inizio del percorso di educazione terapeutica, sono a meno 25 kg e senza nessun intervento. Ringraziando solo la mia buona volontà, il gruppo del dottor Prosperi, il mio nutrizionista il dottor Di Lazzaro, il mio medico sportivo il dottor Emerenziani e soprattutto l'amore di mio  marito Dino, grazie a tutti.

mercoledì 30 luglio 2014

Un attimo e la vita ti cambia!

Grazie Laura del contributo...un attimo è necessario per iniziare un cambiamento...poi occorre perseveranza, impegno, apertura e consapevolezza.   



Uno squillo di telefono...da QUEL numero ed è come se la vecchia Laura avvesse finalmente rotto le acque per far nascere la NUOVA Laura, dopo 11 mesi di gestazione. Perché, da quel 31 luglio, giorno in cui ho incontrato il prof. Casella che mi ha ritenuta "sufficientemente" obesa per intervenire, la mia vita ha iniziato a cambiare...ed è stata concepita la nuova me!
L'incontro illuminante e fondamentale con il Prof. Prosperi, la dott.ssa Guidi e le nutrizioniste è stata la scelta migliore che potessi fare per capire veramente in che direzione dovesse andare la mia esistenza.
Ho intrapreso questo cammino metabolizzando ogni passo, ogni cambiamento di prospettiva e godendomi il paesaggio fatto dalle emozioni che di volta in volta si sono susseguite e che ho accolto con stupore!
Sono cambiate le aspettative, sono cambiate le sensazioni e le percezioni che avevo di me e del mondo circostante: la priorità posso essere finalmente IO in un equilibrio che non toglie nulla a chi amo, senza sensi di colpa e senza dovermi giustificare con lo specchio ancor prima che con gli altri.
Il 12 giugno 2014 sono nata: è nata la persona che voglio essere senza rinnegare assolutamente nulla di ciò che sono stata e nulla di ciò che costituisce oggi la mia ricchezza personale.
Non mi ha spaventata il sacrificio di una strada in salita e non mi spaventa ancora adesso...non mi hanno creato disgusto i primi giorni non facili ma che ho accolto ed affrontato sapendo che sarebbero finiti...e così è infatti stato.
Guardo con altri occhi il mio presente ed il mio futuro: tanto sport, tanto ascolto di me e del mio corpo che cambia, tanto accoglimento delle nuvole che ci sono nella mia vita personale ma che, di certo, non offuscheranno il sole caldo che nasce da dentro.
Sono una donna in esplorazione di sè e di tutti gli angoli bui che nemmeno immaginavo di poter avere...e tutto questo grazie al lavoro di interiorizzazione che mi ha insegnato il gruppo di "Educazione alla scelta ed alla consapevolezza": perché riuscire a dare luce alla propria anima, con la consapevolezza di voler vedere bene dentro di sè, è la più bella conquista per capire le scelte del passato e costruire un futuro fruttuoso.

Allego una foto bellissima: è un graffito su un muro trovato mentre ero in vacanza e che recita "LA LEGGEREZZA DELL' ESSERE CONSAPEVOLE!"
Nessun amore esterno alla nostra persona potrà mai sostituire quello che dobbiamo provare per noi stessi!

mercoledì 23 luglio 2014

Cambiare stile di vita per sconfiggere l'obesità



L'Obesità è una patologia cronica multifattoriale, determinata da fattori genetici, psicologici, sociali, ambientali e da abitudini alimentari scorrette e ridotto dispendio energetico. Alcuni di questi fattori possono essere modificati attraverso cambiamenti dello stile di vita.
Potremmo  immaginare lo stile di vita come un complesso puzzle i cui pezzi sono costituiti da:  alimentazione,  attività fisica, emozioni e pensieri,  relazioni interpersonali,  tempo libero, valori e obiettivi, sonno, abitudini voluttuarie. 
Cambiare il proprio stile di vita è possibile, ma ciò richiede una libera scelta, una maggiore consapevolezza e l’impegno.

venerdì 4 luglio 2014

La Testa Grassa

Ringraziamo Irene per il suo contributo, ricordando che anche una "testa grassa" può "dimagrire" grazie all'impegno, alla costanza e alla voglia di sperimentare!




Per tutta la vita ho convissuto con la mia TESTA GRASSA. La testa grassa e' quella che tutte le domenica sera ti fa' mangiare 3 volte di più, perché' lunedì' mattina sei a dieta e chissà' quando potrai rimangiare quanto vuoi. 
La testa grassa e' quella che ti fa' dire mangio un po' di più' perché' tanto non succede niente e poi, subito dopo, ti fa' pensare "ormai hai rotto.....mangia fino a scoppiare" tanto domani ti rimetti a dieta, e poi il domani della dieta non torna più' per qualche mese!!! 
Ma soprattutto la testa grassa e' quella che ti fa' sentire in colpa perché', come al solito, non sei stata a dieta! Finalmente grazie al "Percorso di educazione terapeutica e nutrizionale" mi sembra di riuscire ad ascoltare molto meno la mia testa grassa!! 
Grazie a tutti. Irene